© 2016 by Claudia Caneva

Claudia Caneva - canevacla@gmail.com - 3486499597

Viale San Gimignano 2/1 20146 Milano

CHE COS'È IL TRAINING COGNITIVO?

È un trattamento neuropsicologico che serve per “abilitare” il soggetto ad alcune funzioni cognitive fragili e poco utilizzate. Tale training è definito “integrato” poiché allena vari aspetti tra cui:

1) i moduli legati all’apprendimento (lettura, calcolo e scrittura)

2) le funzioni strumentali come memoria e aspetti visuo-percettivi

3) il sistema attentivo

Tale intervento è molto indicato per i bambini con fragilità in termini di lettura, scrittura e calcolo e problemi di attenzione perché lavora direttamente e trasversalmente su alcune funzioni neuropsicologiche alla base di tali disturbi.

Il training prevede l’utilizzo di strategie cognitive comportamentali, come il “rinforzo positivo” che consiste nel premiare il soggetto ogni volta che raggiunge alcuni degli obiettivi preposti e che possono riguardare anche il semplice impegno a svolgere l’attività. Il lavoro quindi agisce sulla motivazione estrinseca del soggetto che viene quindi rinforzato dall’esterno per i suoi successi, stimolandolo nel raggiungere risultati via via migliori e quindi rafforzando l’auto motivazione. Questa a sua volta può incrementare il livello di autostima. Per ottenere questi miglioramenti occorre esporre il soggetto a stress attentivi esecutivi, ovvero sottoporre il bambino a compiti sempre più impegnativi, inducendolo a esprimere con gradualità crescente tutti i tipi di attenzione e le funzioni esecutive di base (ovvero quelle abilità che avviano, regolano, controllano, coordinano, programmano pensieri e azioni che servono per portare a termine con successo comportamenti finalizzati ad uno scopo).

Esempio di tabella di terapia con rinforzo durante una seduta di terapia di training: